Indietro

H2H, partner di Cortinametraggio, porta a Venezia “FM 29.010”, il cortometraggio prodotto da Eni gas e luce

3 Settembre 2020

FM 29.010, il cortometraggio nato dal branded contest promosso da Eni gas e luce alla scorsa edizione di Cortinametraggio, è stato presentato oggi in anteprima alla 77a Mostra Internazionale D’arte Cinematografica della Biennale di Venezia.

La proiezione si è svolta presso l’Italian Pavillion dell’Hotel Excelsior  nell’ambito della conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2021 di Cortinametraggio, alla presenza del giovanissimo regista Lorenzo Cassol, di Maddalena Mayneri, Presidente Cortinametraggio.

FM 29.010 nasce dalla volontà di Eni gas e luce di ‘esplorare’ un nuovo linguaggio per raccontare l’energia dei territori delle regioni Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Con l’obiettivo di essere più presenti e vicini a quei territori supportando giovani talenti artistici della regione.

Da qui  l’idea della Short Movie Challenge  “Passaggio a Nord Est”, una sfida per giovani videomaker del Triveneto lanciata da Eni gas e luce al Festival di Cortinametraggio 2020.

H2H è stata al fianco della prestigiosa kermesse di corti per il lancio e la promozione della Challenge che si è conclusa con un pitch dei soggetti finalisti svoltosi in modalità streaming, da cui è stata decretata la vittoria del giovanissimo Lorenzo Cassol.

L’agenzia milanese ha poi curato la produzione del corto.

FM 29.010

Il corto è ambientato nelle Dolomiti Bellunesi e racconta di Ebon, un paesino fittizio rimasto isolato a causa di una tempesta (e qui il riferimento alla tempesta Vaia del 2018), e del rapporto di animosità tra due vicini di casa, testardi protagonisti della storia: Roberto, appassionato radioamatore ed Emmanuel, un anziano strampalato e ricco di inventiva.

Fra i due non scorre buon sangue, ma dato l’isolamento in cui si trova il paesino, entrambi vogliono trovare il modo per comunicare con l’esterno e chiedere aiuto.

A tratti tragicomico, a tratti paradossale, il rapporto tra i due personaggi va nella direzione di mettere da parte i dissapori e unire le loro energie per un obiettivo comune: quello di uscire dall’isolamento.

Il regista del cortometraggio, Lorenzo Cassol, commenta: “Non è casuale la scelta di questa frequenza FM 29.010 come titolo della storia.

E’ infatti un riferimento al giorno in cui la tempesta Vaia si è abbattuta sulla mia terra, il Veneto, il 29 ottobre 2018.

Gli abitanti delle zone colpite hanno fatto della cooperazione la loro virtù e sono riusciti così a rialzarsi dalla tragedia più forti di prima.

Da questo evento nasce l’idea di questo corto che rappresenta appieno il concetto di energia.

Energia è il vento che distrugge la natura, lasciando in isolamento una valle, ma è anche il vento che crea per tutti un’energia sostenibile.

Sono felice che Eni gas e luce abbia scelto la mia storia che racconta con uno stile surreale, la semplice meraviglia che può creare l’energia messa in comune tra le persone.

In un momento come quello attuale è proprio questo il tipo di energia di cui l’umanità ha bisogno”.

La pellicola è stata girata la prima settimana di agosto nel Villaggio di Vallorch –  uno dei villaggi cimbri dell’altopiano del Cansiglio in provincia di Treviso –

e interpretato dai due attori, Simone Toffanin (nei panni di Roberto) e Walter Peraro (nei panni di Emmanuel).

 

Chi è Lorenzo Cassol

Lorenzo Cassol, classe 1998, con lo scopo di realizzare filmati e documentari per promuovere il territorio bellunese, fonda, nel 2014, la Dual Frame Production, e collabora con l’Associazione Fare Cinema, di cui, dal 2015, è presidente.

Da questo incarico nascono: il mediometraggio Bianco come il nero (2015), il cortometraggio Nede (2016) e il documentario Ci son le stelle (2016).

Nel 2015 è attore protagonista di Ciò che le nuvole non dicono, co-prodotto da The Old Film Farm Ikona Film, un road movie, girato fra Las Vegas, Italia e Grecia, che affronta le tematiche adolescenziali del disagio esistenziale e della ricerca di sé. Nel 2018 dirige il cortometraggio Soli, insieme che affronta la tematica dei ragazzi Hikikomori.

Nel 2019 entra al Centro Sperimentale di Cinematografia e nello stesso anno realizza il cortometraggio L’Aurora che volge alla sensibilizzazione del tema della violenza sulle donne. Prodotto da Kublai Film e finanziato dal Ministero Delle Pari Opportunità.

FM 29.010 è da oggi disponibile sul sito www.enigaseluce.com e su tutte le properties digitali e nei punti vendita di Eni gas e luce.

 

Credit

Regia: Lorenzo Cassol

Soggetto e Sceneggiatura: Eduardo Bigazzi, Lorenzo Cassol, Paolo Meli

Agenzia: H2h The Circular Agency

Coordinamento strategico: Emanuela DeMarchi

Client Manager: Monica Magnoni

Direttore Creativo: Simone Pengo

Cristiana De Falco: Project Manager

Cast: Simone Toffanin, Walter Peraro, Silvana Vignaga, Christian Fagherazzi, Antonio Paniz, Anna Maria Gallon, Paolo Meli

Organizzatore Generale: Rebecca Basso

Direttore Della Fotografia: Lorenzo Pezzano

Focus Puller E Assistente Camera: Angeles Parrinello

Aiuto Regia: Eduardo Bigazzi

Musiche: Luca Musolesi

Montaggio: Luca Bozzato

Edizione: Ester Amico

Costumi: Carolina Cubria

Scenografia: Paolo Bandiera

Assistente Scenografia: Paolo Meli

Capo Elettricista E Macchinista: Gianuca Cecconello

Grip: Daniele Fonassi

Suono E Post Produzione Audio: Marco Zambrano

Color Correction: Alice Lorenzon