H2H

PMI italiane, il digital marketing è molto più di una prospettiva

Le PMI italiane mostrano sempre più interesse verso il digital marketing: questo è il risultato di una recente indagine di Groupon. Ma quali sono i reali trend del mercato in questo settore?

Fino a qualche anno fa, il digital marketing contava un numero esiguo di adesioni tra le PMI italiane. Colpa forse di un’incompleta alfabetizzazione tecnologica, competenze mancanti, complessità degli strumenti disponibili online. Sta di fatto che, secondo i dati degli ultimi 12 mesi, sembra che il vento sia cambiato.

Questo è ciò che afferma Groupon, la cui recente indagine ha messo in luce l’importanza attribuita al digital marketing dalle PMI: il 95% della categoria lo reputa fondamentale. A tal punto che, lo scorso anno, ogni azienda interpellata ha mediamente allocato il 24% del proprio budget in attività di online marketing. E il trend è chiaramente in crescita: entro il 2021, il 62% delle PMI vuole aumentare le risorse destinate all’attività digital.

Di per sé, sono dati sorprendenti. Con un po’ di coraggio, si può forse affermare che siamo di fronte a un vero step di cambiamento. Soprattutto se si considerano alcune peculiarità delle PMI: l’inerzia organizzativa che, in molti casi, le caratterizza e le abitudini consolidate, spesso più potenti della sincera voglia di una nuova cultura aziendale.

Tali scelte possono anche essere dettate dalla comprensione dei reali vantaggi portati dal digital marketing. Con l’attivazione di campagne digital, il 71% dei decision maker nelle PMI si aspetta di acquisire nuovi clienti, il 38% desidera aumentare la propria awareness e il 35% si aspetta una maggior facilità di promozione delle proprie offerte speciali.

In perfetta linea con le previsioni, i social media rappresentano il canale di digital marketing più utilizzato dalle PMI. Il 56% del campione dichiara di aver sfruttato Facebook o Instagram per le proprie attività, come la comunicazione di specifiche promozioni (53% per quest’ultimo topic). Ovviamente, non mancano casi in cui si prediligono canali più tradizionali, come il direct marketing (46%) o l’advertising outdoor (37%).

La vittoria dei social network non è però attribuibile meramente a questioni di moda o tendenze. Come dovrebbe accadere in ogni azienda, ciò che conta è l’efficacia; e i social media, a parità d’investimento, sono primi per questo criterio di giudizio. Il 41% delle PMI afferma infatti come la propria presenza sulle piattaforme social sia stata l’investimento di marketing più efficace; il 21% va ancora più nello specifico, dando la coppa di “miglior investimento” alle campagne a pagamento su Facebook, Instagram e colleghi. Benché non reputato prioritario, anche l’impiego di influencer per le attività di marketing sui social media è ritenuto importante dal 65% delle PMI.

Tuttavia, non sempre per le PMI è facile giostrarsi tra influencer marketing, social adv e digital transformation. Ed ecco che tornano in gioco le agenzie di comunicazione, in grado di fornire consulenze specifiche e competenze tecniche ben oltre quanto possano fare proprietari o managing director: nel 61% dei casi sono proprio queste due figure interne all’azienda a occuparsi delle campagne di comunicazione della stessa.

A questi interlocutori, le agenzie di digital marketing communication devono saper proporre un approccio strategico olistico. Un’indole spiccatamente result-oriented dovrebbe così consentire il passaggio da un modello di storytelling a un sistema di storydoing. Di conseguenza, l’ottica client obsessed si traduce in un’ottimizzazione degli effort e dei risultati in termini di content strategy, data driven creativity e digital adv performance.

Di per sé, per un’agenzia come H2H le PMI rappresentano stimolanti interlocutori. Mettersi in gioco con aziende di questa categoria rappresenta un’opportunità per un viaggio esperienziale da percorrere insieme, con i propri tratti specifici. Di conseguenza, la nostra offerta di progetti diretti ed efficaci per le PMI è vincolata a un’attività consulenziale e a un dialogo sempre aperto con i nostri clienti.

di_Paolo Romiti_ Presidente e Amministratore Delegato di H2H

Post A Comment