H2H

Il futuro della mobilità

Viviamo in un’epoca di grandi trasformazioni

Tecnologiche, sociali e culturali. Un’epoca profondamente influenzata da una crescente sensibilità verso i temi ambientali e dalla rivoluzione digitale. Urbanizzazione, individualizzazione, condivisione (sharing economy) e, naturalmente, digitalizzazione rappresentano i grandi trend, i principali driver che guidano il cambiamento.

L’urbanizzazione rappresenta un moltiplicatore di PIL ed è per questo che molti Paesi, la Cina in testa, cerca di concentrare popolazione in aree urbane di dimensioni comprese tra i 100.000 e i 10 milioni di abitanti.

Una strategia che si è dimostrata particolarmente efficace, dimostrando che l’interazione fisica è in grado di generare una moltiplicazione della crescita. Il 70% dell’Europa vive già in aree urbane, entro il 2030 nel mondo la quota sarà del 60%. Ciò naturalmente ha un impatto negativo sull’inquinamento, da cui i temi sulla sostenibilità e sulla logistica dei beni e delle persone; è quindi necessario reinventare il concetto di mobilità, dal carsharing alla realizzazione di smart city, in grado di assicurare un ecosistema di mobilità realmente virtuoso.

Persone sempre più informate, esigenti e protagoniste rappresentano, invece, la principale spinta verso l’individualizzazione. I consumi nelle aree più sviluppate diventano quindi sempre più legati a specifiche necessità, e ‘tailor made’, con servizi sempre più personalizzati e concreti, rivolti al benessere e all’utilizzo più che all’ostentazione.

La digitalizzazione è l’acceleratore di una rivoluzione tecnologica e culturale: il dialogo con l’intelligenza artificiale è ormai una pratica consolidata che sta cambiando le abitudini di vita, da Siri a Google Home, mentre la cultura del sostituire la telefonata con la condivisione del testo su WhatsApp è ormai un fatto e, dalla nostra casa, entrano in ufficio per approdare in quello che viene oggi comunemente identificato come il terzo living: l’automobile.

Tutti questi elementi confluiscono nella domanda di nuovi modelli di mobilità. Mercedes-Benz che oltre 130 anni fa ha inventato l’automobile, si trova oggi a reinventare il concetto di mobilità attraverso una trasformazione che da ‘semplice’ produttore di automobili la vedrà sempre più protagonista come provider di servizi di mobilità, in un ecosistema virtuoso dove coesistono possesso e condivisione e l’esclusività diventa un lusso solo se di facile fruizione.

Per definire le quattro direttrici protagoniste della mobilità del futuro, Mercedes ha scelto l’acronimo CASE (Connected, Autonomous, Shared & Services, Electric), che indica chiaramente la strada, o meglio, le strade che intende percorrere.
Le automobili sono sempre più Connesse: con il proprietario, con l’assistenza e persino con gli altri automobilisti, tramite sistemi come Car-to-X che già oggi permette di condividere proattivamente notizie sul traffico ed eventuali situazioni di pericolo.

La connettività è anche la base della guida autonoma, che ridefinisce il ruolo dell’automobile, portando a bordo livelli di confort e sicurezza mai visti prima e lasciando ai cosiddetti robotaxi l’ultimo step del suo processo evolutivo. Automobili senza volante né pedali, guidate da un’intelligenza collettiva in grado di ottimizzare le esigenze dei clienti, per passare da una realtà di ‘city traffic’ ad un ideale ‘urban flow’, con importanti benefici non solo per gli utenti, ma per l’intera collettività.

La mobilità del futuro sarà, inoltre, caratterizzata da una spiccata flessibilità, favorita da soluzioni di mobilità intelligenti e condivise come car2go, mytaxi, e Flixbus, offerti attraverso la piattaforma di mobilità moovel.

Connessa, autonoma, condivisa ed integrata attraverso servizi intelligenti e, naturalmente elettrica, l’ultima lettera di CASE rappresenta la risposta alla richiesta di una mobilità pulita e a zero emissioni. Una vera rivoluzione che parte dalle città, con smart che dal 2019 sarà il primo marchio a convertirsi interamente in elettrico per poi andare sulle lunghe percorrenze con la nuova famiglia di prodotti EQ, il brand full electric della Stella.
La grande sfida della mobilità del futuro è già iniziata.

A cura di Mercedes-Benz Italia

Post A Comment